Login
Soluzioni Digital Divide RomaIl digital divide, il divario di accesso alle tecnologie dell’informazione, è ancora oggi un problema imbarazzante in Italia. La diffusione e la velocità della banda larga sono tra le più basse d’Europa, così come le competenze digitali dei cittadini.

L’Italia scende ancora nella classifica di Akamai per le velocità di connessione della rete internet: 58esimo posto mondiale.

Diffondere le reti Wi-Fi WDSL è il progetto di WEBBO e Alternatyva per la diffusione della Banda Larga delle reti Wi-fi e per contrastare il Digital divide su Roma e Provincia.

Il progetto, che verrà realizzato nei prossimi mesi, prevede diverse opere d’intervento:
• la realizzazione di aree pubbliche con accesso Wi-fi ad internet da parte dei cittadini dei Comuni della provincia di Roma;
• la diffusione della Banda Larga in tutte le abitazioni della provincia di Roma attraverso la progettazione e lo  sviluppo di nuovi HotSpot con tecnologia Cambium Networks ePMP

Tutti i nostri sforzi saranno concentrati nei prossimi mesi per combattere concretamente il “digitale divide” su Roma e provincia e favorire l’accesso ad internet.

Dare alla provincia di Roma una rete Wi-Fi, significa intervenire in modo diretto sulla qualità della vita e sul futuro dei cittadini, offrendo un’opportunità di crescita alle imprese e a tutto il sistema produttivo.

Il superamento del Digital Divide è uno degli Obiettivi del Millennio fissati dalle Nazioni Unite.

Troppe persone vivono ancora oggi in una condizione di vero e proprio ‘apartheid digitale’, che significa disparità d’accesso alla vita, alle informazioni, alle opportunità delle nuove tecnologie. La libertà di accesso alle nuove tecnologie rappresenta, allora, una sfida di crescita sociale e di democrazia.

« Oggi si parla molto di “divario digitale” – il divario fra coloro che hanno accesso alle meraviglie della tecnologia digitale e a internet e coloro che non l’hanno. Quando mi occupo di questo tema io uso un termine ancora più forte: apartheid digitale. […] Questo vale in America come nel resto del mondo. […]
Se l’apartheid digitale persiste, siamo tutti sconfitti. Gli esclusi dal digitale saranno più poveri, più che mai diffidenti nel progresso e non diverranno quei lavoratori specializzati o potenziali consumatori necessari per la crescita della economia di Internet. Per questo il settore privato è ansioso di far crollare il muro tra gli inclusi e gli esclusi dal digitale. »

Per questo, accanto ad un forte investimento nelle infrastrutture,WEBBO e AlternatYva stanno sviluppando un nuovo progetto di copertura Wi-Fi in zone Digital Divide  dove la banda dei gestori è al limite e dove per motivi logistici o burocratici la Fibra ottica non è ancora stata cablata.

Per informazioni su copertura Zone Digital Divide Roma  e provincia clicca quì

What is the Digital Divide?